Le cose migliori nascono da una crisi

Molte sono le aziende che per superare la crisi economica, la situazione di stallo della spesa locale, le tasse sempre più alte, hanno e stanno puntando ai mercati esteri, forti di un buon prodotti e un’ottima qualità che rappresenta il nostro Made in Italy. A tal proposito mi viene in mente una citazione che vi ripropongo:

“Non pretendiamo che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi può essere una grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi.

La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E’ nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato. Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e disagi, inibisce il proprio talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi è l’incompetenza. Il più grande inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita ai propri problemi.

Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia.

Senza crisi non c’è merito. E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla, e tacere nella crisi è esaltare il conformismo. Invece, lavoriamo duro.

L’unico pericolo della crisi è la tragedia che può conseguire al non voler lottare per superarla.”

[cit. Albert Einstein]

Veniamo a noi, parliamo di aziende, di PMI ma anche di noi stessi.

La crisi è la vera grande opportunità che ognuno di noi ha, cambiano gli scenari in cui viviamo: le cose diventano sempre più difficili ed è propria questa situazione di insicurezza che fa emergere il meglio di noi stessi. La voglia di andare avanti e di combattere fanno venir a galla le migliori qualità che abbiamo. Le cose non cambiano da sole ma siamo noi gli artefici del nostro futuro.

Cosa possiamo fare:

  1. esser capaci cambiare i nostri obiettivi;
  2. gestire al meglio le (poche) risorse che abbiamo;
  3. sviluppare solo i progetti in cui crediamo (e più redditizi);
  4. cambiare l’orizzonte temporale (non più di lungo periodo ma medio periodo);
  5. esser capaci di inventare o, almeno, vedere le cose in maniera differente;
  6. dare il meglio di noi in quello che sappiamo fare meglio.

Ma sto parlando di aziende o di persone?! :/

Non importa…perchè le aziende sono fatte di persone e le persone sono le aziende, quindi così come ognuno di noi anche le aziende devono esser capaci di lanciare nuove sfide, affrontare le avversità, per raggiungere gli obiettivi: obiettivi che portano le piccole imprese a lottare in paesi esteri per avere una piccola nicchia di mercato.

L’internazionalizzazione e l’export delle nostre aziende nasce dalla crisi.

Non è facile affrontare una crisi…ma il vero ed unico pericolo della crisi è il non voler lottare per superarla!

E voi vi state rimboccando le maniche per lottare e sopravvivere?!

Annunci

2 pensieri riguardo “Le cose migliori nascono da una crisi

  1. Bellissimo articolo Christian.. Hai proprio ragione.. E’ proprio nel periodo di crisi che si vede la forza e la determinazione di uomini capaci a superare le proprie difficoltà. Ma cosa fare quando, nella brutta crisi in cui ci troviamo, le strade da poter percorrere per venirne fuori sono poche, se non nulle? Nel caso di un produttore, quest’ultimo potrebbe provare a percorrere le strade dell’export ed iniziare a proporre il proprio prodotto di qualità all’estero dove la “parola” Made in Italy ha ancora un certo peso e valore.. Ma quando invece parliamo di piccole aziende che commercializzano i prodotti di altri sul mercato italiano ed hanno difficoltà in quanto, per via della crisi, è stata abbandonata la qualità per far spazio alla quantità, come si fa? Aspetto un tuo parere in merito. Saluti

    Mi piace

    1. Ciao Andrea grazie mille per i complimenti e per il commento. Secondo me, ogni azienda ha una strada per crescere e vedere un poco di luce in questa crisi, non è facile…ci vuole tempo, un poco di moneta ma soprattutto tanta voglia.
      Tu mi stai parlando di un classico distributore che vende e distribuisce prodotti di altri, bene…innanzitutto bisogna capire perché il cliente non è più fedele! Prezzi alti? Tanta concorrenza?

      Di seguito alcuni suggerimenti i merito per cercare di mantenere i clienti e acquistarne di nuovi:
      1. Investire in pubblicità (classica come cartelloni; più moderna attraverso una buona strategia social);
      2. Creare due linee di prodotto: prodotto gourmet di alta fascia e prodotto base a prezzi più bassi;
      3. Fitta rete di agenti che “coccolano” i clienti attuali;
      4. Analizzare le zone del territorio e cercare nuovi clienti con agenti invogliati;
      5. Innovarsi come ad esempio utilizzando app per gli ordini;
      6. Diversificare l’attività (magari con finanziamenti pubblici).

      Considera che qualunque azione si prende deve essere coerente con la filosofia aziendale e giusta per il target di riferimento.
      Per fare tutto ciò ci vogliono risorse (non tantissime) ma se nn si investe non si avranno risultati!
      Spero di esserti stato utile, grazie ancora.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...